Tecniche oggettive speciali

I potenziali evocati acustici (PEA) utilizzati in diagnosi infantili e in particolare modo quelli del tronco encefalo Auditory Brain Response (ABR).Negli anni 70′ 80′ è completata la standardizzazione di questo tipico esame diagnostico.

Come definito in Letteratura Buchvald descriveva le caratteristiche di questo esame come una serie di potenziali neurali a conduzione registrabile dallo scalpo che originano dalla via uditiva primaria del tronco encefalico, mostrano picchi negativi e altri positivi, picchi e deflessioni compaiono con latenza inferiore a 10 sec dopo uno stimolo acustico, latenze e ampiezze sono poco modificate dall’attenzione e dal sonno. Utilizzabili quando il paziente non sa o non vuole collaborare, i pazienti più frequenti : bambini, cerebropatie, psicosi, coma, simulatori.

Registrano informazioni sull’attivazione del sistema uditivo dalla coclea fino al settore più alto del leminisco laterale.

La stimolazione ha come trasduttore una cuffia, il tipo di stimolo è click ad onda quadra con durata di 100 microsec, polarità alternata, 11 o 21 stimoli al secondo con intensità 70 dB hl esaminando i 2000 4000 Hz, questo tipo di esame è utile in sordità infantile in quanto può permettere un ulteriore risposta oggettiva.

Quindi comprendiamo che analizza la conduzione del nervo acustico, formulando un tracciato con una morfologia caratterizzata da VII onde di cui oggetto di studio la I, III, V e gli intervalli che decorrono fra loro.

I → la porzione più distale del nervo acustico

II → porzione più prossimale del nervo acustico

III → attivazione dei nucleo mediale del corpo trapezoide

IV → corpo trapezoide, complesso olivare superiore

V → nucleo laterale del leminisco

VI VII → collicolo inferiore

per poi terminare al corpo genicolato delle aree acustiche.

Modalità di esecuzione

Si porta il paziente a rilassamento o su una poltrona o su un lettino, i muscoli del collo e della faccia devono essere più rilassati possibile. Nel caso dei bambini è utile fare l'esame durante il sono spontaneo o indotto. Vengono posizionati 4 elettrodi , uno sul vertice del capo ( elettrodo positivo), due sulle rispettive mastoidi ( elettrodo di riferimento), uno sulla fronte ( elettrodo terra ) . La cute deve essere sgrassata limitando la resistenza elettrica permettendo un impedenza ideale per la registrazione.