Istruzioni di follow-up post Tonsillectomia

Riposo a letto per qualche giorno, evitando ogni raffreddamento, non si deve uscire di casa prima che sia trascorsa una settimana dall’intervento.

Evitare al paziente situazioni a rischio infezioni come la permanenza in locali sovraffollati a cominciare da 2-3 giorni prima dell’intervento, per proseguire durante il ricovero (limitare le visite)

e’ normale dopo l’intervento notare il cambiamento del TIMBRO DELLA VOCE, questo avviene  per il cambiamento della conformazione del faringe che funziona da cassa di risonanza della voce.

DIETA TENERA E FRESCA per 10 gg

Alimentazione:

il 1°giorno gelato, the e acqua minerale zuccherata, uovo sbattuto con zucchero, mozzarella, prosciutto cotto o omogeneizzati;

il 2° giorno si può aggiungere Latte ( NON SI può SUCCHIARE CON BIBERON), brodo, the freddo, o frullati di frutta di mela o pera o se presenta stitichezza somministrare un purgante ( magnresia, citrato, ecc..);

il 3° giorno iniziare una alimentazione tiepida e semi-liquida: semolino, minestrne, crema di riso, passati di frutta e di verdura cotta, uova, frittata, tonno.

Tutti i formaggi molli, carne frullata o macinata, o pesce.

PASTA MOLTO COTTA con ragù di carne, evitando sempre alimenti solidi come pizza, focacce, PANE, grissini, biscotti secchi

AVVERTENZE

Emorragia post-operatoria: rappresenta la complicanza più sera, che spesso necessita di un ulteriore intervento chirurgico per bloccare il sanguinamento

Viene definita in emorragia primaria e avviene nelle prime 24 ore, e secondaria che si manifesta tra il 5° e il 10° giorno post-operatorio

Non preoccuparsi se l’operato VOMITA SANGUE NERO in una o due riprese nelle prime 24 ore, è normale vomitare il sangue digerito durante l’operazione; è normale il rialzo i febbrile sino a 38° nei primi giorni o si lamenta di dolore alle orecchie

 La presenza di sangue nella saliva nei primi10 15 giorni dopo l’intervento di tonsillectomia sono da considerarsi nornali e quindi non devono preoccupare, ma è necessario tuttavia presentarsi sollecitamente in reparto per controllo. MA se il sangue è rosso vivo, presentarsi SUBITO in reparto per il RISCHIO IMMINENTE DI EMORRAGIA.

Qualora comparisse alito acido o se si sono manifestate in passato crisi acetonemiche , fare uso di bustine di Biochetasi o di bevande con Citrosodina o Coca Cola

In gola al posto delle tonsille si formano delle PLACCHE BIANCHE DI FIRBINA che danno un odore fetido all’alito e che si eliminano lentamente, in circa quindici giorni, è la crosta che rimane a causa della saliva morbida e bianca, è normale.

Il DOLORE è presente nel momento della deglutizione, per contrazione dei muscoli faringei operati e un dolore all’orecchio che è espressione della fase di cicatrizzazione della ferita delle logge tonsillari, può durare anche due settimane

Per il DOLORE usare per BAMBINI paracetamolo (tachipirina) e per adulti tachipirina o tachidol bustine adulti ( paracetamolo+ codeina), la dose in base al peso 30 minuti prima di colazione, pranzo e cena fino a che il dolore progressivamente si riduce nei primi 5-9 gg. Evitare l’uso di Aspirina, oki, aulin, nurofen, nureflex e similari perchè aumentano il rischio di emorragia. Evitare di raschiare, tossire e succhiare.

Evitare attività fisica, ginnastica, sollevamento pesi o esporsi al sole o in ambienti molto caldi 8 docce calde, saune) per evitare emorragie. ASSUMERE VITAMINE PRESCRITTE e farmaci che aiutino la coagulazione e la cicatrizzazione fino al controllo post-operatorio programmato.